lunedì 8 febbraio 2010

L'ESSENZIALE E' INVISIBILE AGLI OCCHI


Cari amici torno a scrivere nella convinzione più piena che le sicurezze della vita, le tangibili, quantificabili, appaganti si rivelano talvolta le più fasulle....quelle che "quando tira il vento volano via!!!!"
Chi ripone sguardo attento alla propria interiorità ed orecchio teso nel "silenzio" trova il vero "SE" ed impara pian pianino a guardarsi e ad ascoltarsi....certo il cammino è lungo, è quindi importante imparare anche a non scoraggiarsi e se è il caso, perché no, a rialzarsi. Credo fermamente che ci sia qualcosa di più che trascenda l'essere umano, che lo ama e l'accompagna e si china su di esso facendo luce in questa ricerca nel mondo "invisibile" che risiede nel cuore, aiutandolo a scovare la propria identità e il proprio nome, quelli veri però, non quelli che ci da "il mondo" ma quelli di figli amati. Invece tutto ciò che attraverso i media, il mercato ed ogni genere di businness ci riduce ad esseri "usa e getta", cose, numeri di cui tener conto per ciò che rendono e non per ciò che SONO,  ci riduce ad esser manipolati ed asserviti ma non liberi e "pericolosi".
IO SONO, anche se "non frutto" e non "servo" a nulla (nel senso più materiale del termine) e ciò che mi fa sentire che SONO è l'amore e la considerazione che ogni giorno ricevo gratuitamente.....questo mi da un nome, mi regala un'identità, mi offre un forte "sentore di ME".
 Ciò che ci rende preziosi, creature amate e amanti non è visibile, tangibile, quantificabile in cifre, in numeri che sembrano far girare il mondo limitandosi invece a sminuirne il significato originario, privandolo della sua vera identità di CASA dell'umanità.
ESSERE AMATO ED AMANTE
IO SONO, QUESTA LA MIA IDENTITA', QUESTA LA MIA VERA GIOIA
SENTIRMI AL MIO POSTO CON
 UN CUORE PIENO E TRABOCCANTE DI QUANTO RICEVE E DI QUANTO PUO' OFFRIRE...... 
INDIPENDENTEMENTE DAL MATERIALISMO
 CHE MI CIRCONDA E CHE CERCA COSTANTEMENTE DI INCASELLARMI FALSANDO LA VERITA' DEL MIO ESSERE.

4 commenti:

Vittoria A. ha detto...

Ciao Silvia ho letto il tuo post e l'ho trovato molto commuovente. E' vero quello che dici, c'e' quanche cosa al di sopra di noi che, se ascoltato, ci guida. Qualche cosa che parla dentro di noi. Bisogna riuscire ad ascoltarlo. come dici tu, il rumore del modo "usa e getta" che ci circonda non aiuta ad ascoltarci e a guardarci dentro.
Un abbraccio.

annalisa silingardi ha detto...

,,Ciao Silvia, appunto c'è chi cerca di dare un senso alla vita nell' "usa e getta", non solo materiale cioè oggetti e servizi, ma ormai si usano e gettano anche emozioni e sentimenti.
,,a volte si considerano 'sfortunati' i 'perdenti' i 'sofferenti',,,e invece molti di loro hanno veramente incontrato Godot,,,un Bacio
Annalisa

Camden ha detto...

Sono proprio d'accordo, non se ne puo' più della superficialità imperante intorno a noi.
Ci si dimentica dei veri valori, eppure secondo me è così importante stare da soli a pensare un po'.
Il tuo post è un ottimo invito a farlo...

Arnicamontana ha detto...

brava Silvia, IO SONO! bisogna tenerlo bene a mente! Un abbraccio

Posta un commento

 

SILVIA Design by Insight © 2009