domenica 1 novembre 2009

SFOLLAMENTO SENZA CRITERIO RIFUGIATI AFGANI DELLA STAZIONE OSTIENSE DI ROMA

(foto scattata sul posto negli ultimi giorni)
Mi è giunta voce
riguardo le drammatiche condizioni d'alloggio ed igienico-sanitarie in cui vivono un buon numero di rifugiati afgani presso la stazione Ostiense di Roma.
Da anni sono li senza che nessuno mai si sia interessato di come effettuare aiuti d'accoglienza dignitosa. Molti di loro sono richiedenti asilo o hanno il permesso di soggiorno, si tratta quindi di gente che vive regolarmente nel nostro Paese e di conseguenza aventi diritto ad un'assistenza socio-sanitaria esattamente come la nostra.......invece oltre alla strada e gli aiuti umanitari delle associazioni di volontari, le quali forniscono loro il cibo e qualche coperta, vivono immersi nei rifiuti e nella totale assenza di servizi socio-assistenziali e senza l'ombra d'un servizio igienico...... alla faccia della salute.
Non bastando ciò, negli ultimi tempi LE FORZE DI PUBBLICA SICUREZZA, hanno dato inizio ad operazioni di sfollamento con mezzi meccanici, come se n'erano già viste a Roma: SENZA NE CAPO NE CODA......
Vale a dire SENZA NESSUN PROGETTO d'ACCOGLIENZA ALTERNATIVA DEGLI SFOLLATI (cosa comunque da farsi in termini provvisori, anche con chi in una situazione illegale deve ritornare al Paese d'origine).
Tutto il poco che questi poveretti possedevano è stato travolto dalle ruspe e udite udite alcuni di loro sono stati MULTATI per "SOSTARE NEI PRESSI DELLA STAZIONE FERROVIARIA E (ancor più atrocemente ridicolo) USUFRUIRE DEI SERVIZI IGIENICI DELLA STAZIONE STESSA".
PUNITI SENZA COLPA PER NON GODERE DI POSSIBILITA' D'ACCOGLIENZA PIU' CHE LEGITTIME PER LA LORO SITUAZIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

5 commenti:

Vittoria A. ha detto...

Cara Silvia, sono rimasta senza parole. Quando leggo queste cose mi vergogno perche' spesso mi lamento per delle inezie quando ci sono persone che soffrono in questo modo!

Arnicamontana ha detto...

al di là dei fatti in sè, già gravissimi, è l'abitudine che mi ferisce di più! Sembra quasi una cosa normale...Che brutti tempi Silvia...ma noi teniamo gli occhi aperti e non smettiamo di denunciare! ti abbraccio e...grazie della stima ;-)

Colei che... ha detto...

Ciao, non sapevo di questa ennesima brutalità... pazzesco quello che può succedere, quando basterebbe un pò di umanità e di organizzazione in più!
Grazie per essere passata sul mio blog, e per i complimenti, anche se i disegni sono di Ivan Vitolo! :) E ti faccio i miei auguri per la lotta contro la malattia!

Rosanoci ha detto...

E, mentre queste persone soffrono, i politici si aumentano le indennità...
Che schifo! E non lo dico per sterile polemica.

annalisa silingardi ha detto...

,,,Ciao Silvia,,una piacevole sorpresa trovarti,,,già, già, siamo talmente abituati a queste pozzanghere d'acqua sporca,,che dopo un pò ce ne laviamo le mani:-)))

Posta un commento

 

SILVIA Design by Insight © 2009